Resta in contatto

Esclusive

Gianfelice Facchetti: “Porto a teatro la figurina di Denis Bergamini”

Il figlio dell’ex capitano dell’Inter e volto noto della Domenica Sportiva nel suo nuovo spettacolo teatrale racconta il calcio in maniera diversa

Dal calcio al teatro il passo è breve, lo sa bene Gianfelice Facchetti , figlio del grande capitano dell’Inter e della nazionale italiana degli anni ’70, che porta in scena in prima nazionale a Milano La tribù del calcio. Uno spettacolo tratto e riadattato all’opera di Desmond Morris, autore del celebre saggio, “La scimmia nuda”. Un modo nuovo di raccontare lo sport più bello del mondo, spiegando come l’uomo si sia trasformato da cacciatore a calciatore.

In un breve video di presentazione lo stesso Facchetti mostra tre figurine, quella di Pelè, quella di Alcides Ghiggia e poi la foto di Denis Bergamini.

In molti si chiedono cosa c’entra la figurina dell’ex centrocampista rossoblu al fianco di due campioni che hanno scritto alcune delle pagine più belle dello sport più amato del mondo, a spiegarlo in esclusiva ai microfoni di TifoCosenza è proprio lo stesso Facchetti: “Nel 2004 conobbi un regista che scrisse una pièce sulla storia di Denis, mi disse, “mi piacerebbe metterla in scena e sarei contento se interpretassi la parte di Denis!” e non se ne fece nulla ma iniziai ad appassionarmi a quella vicenda – prosegue l’attore – Volevo mettere all’interno della storia del calcio una storia legata al calcio “minore” che ci stava dentro a pieno diritto”.

Nella chiacchierata Facchetti ci racconta di aver conosciuto Donata, la sorella di Denis, e di come nel corso degli anni ha seguito la vicenda ritrovando anche una vecchia intervista che il centrocampista rossoblu rilasciò ad un’emittente locale. Quel  “Mi piace vivere”  fa eco nelle mente dell’attore milanese e fa capire come Denis non si sarebbe mai potuto gettare volutamente sotto le ruote di quel camion.

“Il mio spettacolo racconta il calcio degli anni ’50 con la vittoria dell’Uruguay, le gesta di Pelè a cavallo tra gli anni ’60 e ’70 e di come Denis morto sul finire degli anni 80 con il Mondiale italiano alle porte possa sognare di alzare la Coppa del Mondo”. Dopo le foto dei due campioni del mondo arriverà sul palco una foto inedita di Denis: “Grazie a Fabrizio Malegari, direttore editoriale della Panini, abbiamo avuto la figurina del 1989. Una figurina che non venne mai pubblicata visto che Denis morì a novembre mentre l’album esce tra dicembre e gennaio”.

Una promessa mantenuta quella di Facchetti, che ne aveva parlato già nel 2013. Una storia che potrà servire anche a mantenere alta l’attenzione mediatica sul caso: “Il teatro non è come la TV, ma ti permette di parlare dirittamente alle persone facendo conoscere agli spettatori che verranno la storia di Denis e, perché no, in qualche modo contribuire ad arrivare alla verità”.

 

3 Commenti

3
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
2 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
SPECIAL ONEGiangiacomo Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
SPECIAL ONE
Ospite
SPECIAL ONE

Onore a Gianfelice, figlio di un gentiluomo…ti aspettiamo al Rendano…

Giangiacomo
Ospite
Giangiacomo

Pace all’anima sua ma non dimentichiamo che anche lui chiamava gli arbitri ed il suo suo fu ‘illecito sportivo’ secondo il procuratore Palazzi. La suq squadra invece di finire in b si salvo con la prescrizione e si fregia ancora oggi di uno scudetto illegittimo alla luce di quanto emerso, poiché assegnato quando le intercettazioni di facchetti non erano ancora venute a galla poiché chi indagava voleva colpire solo la Juventus!!!

SPECIAL ONE
Ospite
SPECIAL ONE

Signori si nasce…Facchetti non ha mai ricevuto condanne…una polemica che ti potevi risparmiare…tu non sei un giudice…

Advertisement

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Un insegnante di calcio."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "Grande Allan,ci hai portato in serie B e ti hanno preso a calci in c... Al tuo posto si sono succeduti grandissimi centravanti.....!!! Infatti, guarda..."

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Grande giocatore. dispiace che non siete a conoscenza della sua carriera,poichè volontariamente nin avete messo nelle squadre del giocatore che ha..."

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"

Vincenzo Riccio, una settimana fantastica

Ultimo commento: "Grandissimo Vincenzo........uno di noi"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Esclusive