Resta in contatto

Esclusive

Cosenza-Ascoli, la sfida del doppio ex ma con il cuore a tinte rossoblu

L’ex attaccante Walter Mirabelli presenta l’incrocio salvezza di questa sera al Marulla. “Quanti bei ricordi con la maglia della squadra delle mia città…”

A Cosenza è nato Walter Mirabelli, esattamente il 17 maggio 1968. E nella sua città torna periodicamente. Ma i rossoblu li segue sempre e appena se ne presenta l’occasione ne parla con piacere. Stasera, fischio d’inizio alle ore 21, al Marulla si gioca CosenzaAscoli, incrocio salvezza valevole per la 32ª giornata del campionato di Serie B. Da calciatore l’ex attaccante ha indossato entrambe le maglie. Quella dei Lupi tra il 1982 e il 1987, settore giovanile compreso. Della parentesi con i bianconeri ne ha parlato nella prima parte dell’intervista che ha concesso in esclusiva a tifocosenza.it.

“La partita di stasera – dice Mirabelli – penso sia uno scontro importantissimo per la corsa verso la salvezza o perlomeno per un posto nei playout. È normale che per me, essendo un ex di entrambe le squadre, di cui una è quella della città dove sono nato e che mi ha dato la possibilità a 16 anni di esordire tra i professionisti, sia difficile parlare di questa partita. Dico solo che il mio sangue è rossoblu perché è la mia città, in cui ho avuto l’onore di indossare i miei colori”.

E a proposito di Cosenza, l’ex attaccante racconta quelle emozioni vissute al San Vito prima che la sua carriera poi prendesse altre strade. “Per tre stagioni(43 presenze e 3 gol, ndr) – ricorda Walter Mirabelli – ho avuto la possibilità di allenarmi e giocare con i miei idoli di bambino: Marulla, Urban, Marino, Padovano, Bergamini, Simoni… E poi, consentitemi di citare anche una classe di dirigenti formidabili come il direttore sportivo Ranzani, mister Montefusco, Liguori ma soprattutto Gagliardi, l’artefice della mia carriera calcistica e il presidente Antonio Parise. Persone – conclude l’ex centravanti – che tanta gente non ricorda ma che rimangono legati al Cosenza calcio, persone che avranno sempre la mia gratitudine”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 rossoblu di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "E non dimentichiamoci anche di Massimiliano CATENA."

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Ero piccola quando era in auge, sentivo i commenti degli adulti che a proposito del suo tiro micidiale dicevano "Rizzo ha ruttu a Rizza"perché fu..."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "È vero, senza quel gol sarebbero cambiate tante cose"

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Esclusive