Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza, l’urlo di Dionigi: “Non possiamo aspettare gli altri”

L’allenatore manda un messaggio chiaro a Cavion: “Dobbiamo stringere i tempi per completare l’organico e non cambiamo i nostri obiettivi: soltanto gente motivata che dovrà venire qui a combattere…”

Inevitabile che Davide Dionigi venisse coinvolto nell’argomento calcio mercato alla vigilia della partita con il Bologna. Coppa Italia sì ma anche la necessità che il Cosenza porti a casa, prima possibile, le pedine che ancora mancano per completare l’organico. Giusto per non distogliere le attenzioni sui rinforzi: un portiere, due terzini sinistri, due centrocampisti e un attaccante vice Brignola. Totale sei tasselli mancanti. Certamente cinque, visto che Brescianini è un calciatore rossoblù.

E non le ha mandate a dire l’allenatore dei Lupi. “Sapevamo delle difficoltà e in perfetta sintonia con il direttore Gemmi e la società stiamo cercando di completare la squadra. Gli obiettivi non cambiamo: vogliamo gente che abbia voglia di venire al Cosenza. Che sappia bene che ci sarà da soffrire, per cui dovrà essere predisposto a sudare tanto e a combattere per questa maglia”. Poi la stilettata a Michele Cavion, suo calciatore ai tempo dell’Ascoli. “Non possiamo aspettare troppo gli altri. Dobbiamo stringere i tempi…”. Una conferma a quanto era già trapelato nelle ultime ore.

Allo stesso tempo, indirettamente, Dionigi aveva accolto Brescianini nel gruppo. “D’accordo operare con queste difficoltà ma noi abbiamo la necessità di farli allenare con noi. Siamo contenti di avere calciatori che arrivano da un campionato in cui non avevano sempre giocato nei rispettivi club, ma anche qui nel Cosenza (Voca, Vallocchia e Panico, ndr) a cui stiamo dando la possibilità in questa fase di precampionato. Non cerchiamo prime donne, respingiamo egoismi personali. Vogliamo calciatori motivati”.

46 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

46 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 della storia rossoblu: scelta la coppia dei difensori centrali

Ultimo commento: "Verissimo, scuola Inter, un vero professionista serio e bravo"

LA TOP 11 della storia rossoblu: scelto il miglior allenatore

Ultimo commento: "Emiliano Mondonico. Un gigante."

La Top 11 della storia rossoblu: scelto il centravanti!

Ultimo commento: "Memorabile il gol segnato alla fiorentina in cui scartó mezza squadra"

Al via la Super League: rivoluzione nel mondo del calcio. Favorevoli o contrari?

Ultimo commento: "Viva il calcio anni 80...partite alle 14.30, 90 minuto alle 18.10, la domenica sportiva alle 22.30...avete rotto il caxxx con questi orari..."

Coronavirus, giusta la ripartenza del Calcio? Dite la vostra con TifoCosenza

Ultimo commento: "Come ogni lavoratore che si assume il suo impegno, così anche i calciatori si devono assumere i loro ,i soldini si devono guadagnare ..."
Advertisement

I Miti rossoblu

STORICO CENTROCAMPISTA ROSSOBLÙ DAL 1985 AL 1989

Denis Bergamini

GIANNI DI MARZIO ERA COME UNA SPECIE PROTETTA, DA PRESERVARE

Gianni Di Marzio

BANDIERA ROSSOBLÙ E CALCIATORE PIÙ PROLIFICO DELLA STORIA DEL COSENZA

Gigi Marulla

Altro da Approfondimenti