Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza, quattro partite per capire il reale valore dell’organico

Nei prossimi 14 giorni i Lupi giocheranno tre volte al Marulla, fondamentale invertire la rotta. Già con il Venezia bisogna cominciare a vincere in casa, a costo di non essere belli esteticamente. E la Cremonese insegna…

I prossimi 14 giorni ci daranno risposte più certe sul reale valore dell’organico che il direttore sportivo Stefano Trinchera ha messo a disposizione dell’allenatore Roberto Occhiuzzi. Il Cosenza sarà chiamato a giocare 4 partite, di cui 3 in casa, da oggi, martedì 22 dicembre, a lunedì 4 gennaio, nel corso delle quali sarà fondamentale invertire la rotta. Finora i Lupi non hanno mai vinto sul terreno del Gigi Marulla, hanno raccolto la miseria di 3 punti in 6 partite. E quello che preoccupa di più sono i 3 gol segnati e il doppio subiti. Già a cominciare dalla sfida con il Venezia, fischio d’inizio alle ore 19, valevole come partita della 14ª giornata, si dovrà necessariamente sfatare questo tabù.

Il percorso di crescita di cui parla l’allenatore in ogni conferenza stampa, è vicina all’esaurire gli ultimi bonus. Il tempo sta per scadere, perché non basta avere una precisa identità, una mentalità propositiva se non sono associati alla concretezza. Non serve essere belli. Gli interpreti, come ha lasciato intendere lo stesso Occhiuzzi nelle dichiarazioni di lunedì, dovranno tramutare in vittorie l’intrigante fascino estetico. Si dovrebbe prendere esempio proprio dalla Cremonese che con l’acqua alla gola ha portato a casa ciò che serviva, la vittoria. Nel giorno in cui, come ha ammesso lo stesso Bisoli, ha giocato la peggiore partita della stagione. Probabilmente è giunto il momento di badare un po’ meno al come e focalizzarsi prevalentemente sul cosa.

E tutti sanno bene cosa serve a questo Cosenza: mettere più punti possibili in classifica. Occhiuzzi da calciatore era bravissimo nel dribbling, su quella fascia destra si è bevuto tanti di quei terzini ai quali ancora oggi, quando ci ripensano, gli viene il mal di testa. Stessa bravura che utilizza quando risponde alle domande che gli vengono rivolte sull’organico. Dribbla tutto e tutti. Ma, a differenza di quando giocava, nelle dichiarazioni ormai è diventato un libro aperto. Un buon padre di famiglia, questo Occhiuzzi dovrebbe incominciare a impararlo, deve avere la lucidità e soprattutto la forza di capire qual è il limite oltre al quale anche un figlio non può andare…

29 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
29 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Artco
Artco
2 mesi fa

Un mister che 18 punti in casa ne prende 3 cosa puo’aspettarsi dalle prossima 5 partite ,Ve lo dici io O assoluto,5 nappine una appresso l’altra con le sue cervellottiche formazioni e quelle ridicole sostituzioni a 8 minuti dal termine significa che non sa leggere le partite e non ha il coraggio di togliere nel primo tempo in corso chi passeggia a discapito dei giovani scatenati che sono in panchina,io da un pezzo ho chiuso nel vedere queste partite in TV,prendesse esempio da Bissoli,cremonese,un tiro in porta e poi alla viva il parroco,tutta la partita ma da vincitore

pasquale filice
pasquale filice
2 mesi fa
Reply to  Artco

I commenti negativi nel post partita…….prego………..spero che i giocatori stasera non ti diano spunto.

Massimo
Massimo
2 mesi fa
Reply to  Artco

Ottimismo, please.

Gianfranco
Gianfranco
2 mesi fa

Leggetevi sull’almanacco del calcio gli incassi di serie b dell’anno scorso e poi continuate a difendere Guarascio e ad attaccare Trinchera.
È umiliante per la nostra tifoseria continuare ad avere una società che pretende di condurre le campagne acquisti a costo zero.
Qualsiasi ds, anche quello più scarso, non aveva bisogno dei consigli dei giornalisti sportivi per capire che la nostra squadra aveva bisogno di un forte attaccante da poter scegliere tra le retrocesse, uno tra Pettinari e Forte.
Ci volianu sulu sordi.

ginoX
ginoX
2 mesi fa

Concordo, concretezza. A patto anche di essere “brutti”. Un paio di vittorie “sporche” ci servirebbero eccome, molto più che partite entusiasmanti, ma che alla fine ci lasciano con un pugno di mosche in mano. Però, ci vogliono in campo guerrieri. E a tal proposito, mi piacerebbe sapere se il mister usa lo stesso metro che ha usato con Petre, “si deve fare trovare pronto”, anche con qualche altro della truppa, ad esempio Bruccini, che ultimamente “sembra trascinare un po’ troppo gli arti inferiori”……No, senza polemiche, giusto per capire. Perché mi va bene estromettere Petre se non dimostra voglia, ma lo… Leggi il resto »

salvatoresalvatore
salvatoresalvatore
2 mesi fa

Ho visto Reggina vs Venezia che è costata il posto a Toscano e devo dire che la Reggina il primo tempo aveva annichilito il Venezia passando in vantaggio,ma poi nel secondo tempo è venuta fuori tutta la qualita di aramu e Bocalon e la Reggina ha perso,percio’ l’avversario è da prendere con la necessaria prudenza perchè è meglio pareggiare che perdere in attesa del mercato.

tonino Turano
tonino Turano
2 mesi fa

Senza mezzi termini,senza disamine,senza scuse:oggi bisogna vincere.Forza Lupi.

salvatoresalvatore
salvatoresalvatore
2 mesi fa
Reply to  tonino Turano

oggi non bisogna perdere

ginoX
ginoX
2 mesi fa

Risparmiati queste parole per Monza e Empoli. Oggi solo i 3 punti. Tutto il resto è fuffa

Dodo'
Dodo'
2 mesi fa

Forse per ciò che mi compete, il miglior articolo scritto(almeno sembra firmato da lui) dal Sig. Leone, quasi rimango incredulo.
Spero che il mister ne faccia lettura e tesoro.

Antonio
Antonio
2 mesi fa

Prendere esempio dalla cremonese ? Ma nn mi faccia ridere.noi abbiamo un fuoriclasse in squadra .. questo è Occhiuzzi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Il valore dell organico lo conosciamo già serve qualche valido attaccante altrimenti rischiamo molto

Vittorio Cicero
Vittorio Cicero
2 mesi fa

Chi ha scritto questo articolo forse pensa che nelle prossime partite gli attaccanti facciano 10 gol… Speriamo, del resto sognare non costa nulla.

Dodo'
Dodo'
2 mesi fa

Ma scrivi da Barcellona???

pasquale filice
pasquale filice
2 mesi fa

Robe’ , mi raccomando il pranzo a casa mia la sera di natale e nelle tue mani……siccome cucino io come ogni anno per tradizione……… mi raccomando ca si signu nirvusu mi guasti puru u pranzu i natale……….Jiamu impegnatevi per tutta la tifoseria rossoblu’ ………e forza lupi sempre!

Dodo'
Dodo'
2 mesi fa

Simpaticissimo, complimenti.
Speriamo bene.

Marco
Marco
2 mesi fa

A me questa che si gioca bene e non si vince non mi convince per nulla,anche nei dilettanti ricordo bene che quando si gioca bene arriva la vittoria,9 volte su 10.quindi io parlerei di meno e farei i fatti!

Daitan3
Daitan3
2 mesi fa

In questo articolo si leggono affermazioni che definirle folli sarebbe riduttivo…anzi oserei dire che l’autore non capisce nulla di Calcio. Senza identità di gioco, senza mentalità propositiva non esiste il Calcio, il Calcio non giocare a palla, a meno che non ti affidi al caso, ti può andare bene qualche volta, ma alla lunga perdi senza le su citate…Il Mister, giustamente, ha affermato il principio che è attraverso il bel gioco che si vince, e mi trova assolutamente concorde. Aggiungo anche che il percorso di crescita deve essere quotidiano, costante, desiderato e non deve interrompersi mai. Se si ferma questo… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Dopo 13 partite dire che dobbiamo capire ancora il valore dell’organico. Mah

Giuseppe
Giuseppe
2 mesi fa

Vergognoso aver raccolto sin ora 3 punti in 6 partite casalinghe. Onorate il San Vito Mariella e svegliatevi!!!

un tifoso
un tifoso
2 mesi fa

—– Asencio …quanto manchi !!! …. questi non ci coglianu nè di testa e nè di piede. Mah come si fa a giocare cosi in serie B ? Nessun agonismo, nè voglia di vincere…. speriamo che non ci segnano nel secondo tempo. Metti il 6 e prova ad arrivarci con palla a terra. Gioco aereo non sanno cosa sia…… Adatta il gioco a terra e prova con triangolazioni. Ancora non ci siamo avoglia di allenamenti. Facimune a cruce e iamu avanti cussi…..!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Penso sia meglio farli allenare tirando al muro come fanno i primi calci questi ciucci

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Che cosa c’è da capire….. QUELLO CHE C’ERA DA CAPIRE LO ABBIAMO CAPITO….. ancora dovete capire….. mancicac…. u cxxxo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Gennaio è vicino. Tutto l’attacco è da rifare!

Advertisement

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "il fatto che nessuno punta su Cosenza"

Gigi De Rosa, il professore

Ultimo commento: "Difensore tecnico e veloce, grande attaccamento alla maglia"

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Per me il migliore allenatore del Cosenza e stato. Attilio De Maria. Forse voi siete troppo giovani per ricordarlo."

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Franco Rizzo grande mezzala con visione di gioco e con un destro potentissimo. Ero piccolo, ma ricordo perfettamente che quando giocava a Cagliari e..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti