Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Nicola Binda: “Cosenza, con l’Ascoli non sarà decisiva ma i punti valgono doppio”

Il giornalista parla anche del direttore sportivo: “Il bilancio di Trinchera è positivo, sta lavorando bene”

Nicola Binda, giornalista della Gazzetta dello Sport, intervenuto ai microfoni di FreeItaliaTV, come riportato da ilcalciocalabrese.it, si è soffermato sul Cosenza e sul suo direttore sportivo: “Il bilancio di Trinchera è positivo, sta lavorando bene, ha contribuito alla promozione, le squadre che ha costruito in B se la sono cavata e si sono salvate. Anche quest’anno dovrà ripetere l’impresa, ma ha lavorato bene in un contesto difficilissimo per tutti, con poche risorse economiche e tante difficoltà. Se riesce nella salvezza potrebbe andare in una piazza più importante lasciando un bel ricordo dal punto vista dei risultati”.

“Mancano 8 partite. Molti dicono che sono tutte finali, i punti pesano, vincere gli scontri diretti vuol dire guadagnare posizioni e costruire distacchi importanti. L’Ascoli è una squadra strana, ha reso al di sotto delle sue possibilità, quando rende secondo le sue possibilità fa ottimi risultati. Sarà una partita da prendere con le molle, non sarà decisiva, ma questi punti contano doppio”, ha concluso Binda.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Al via la Super League: rivoluzione nel mondo del calcio. Favorevoli o contrari?

Ultimo commento: "…e quando non riuscivi ad andare in trasferta, radiocronaca di Milicchio che ti veniva un infarto appena superavamo il centrocampo. 🥹"

LA TOP 11 della storia rossoblu: scelto il miglior allenatore

Ultimo commento: "com'è giusto che sia, Grande Bruno ..."

La Top 11 della storia rossoblu: scelta la coppia dei difensori centrali

Ultimo commento: "Verissimo, scuola Inter, un vero professionista serio e bravo"

La Top 11 della storia rossoblu: scelto il centravanti!

Ultimo commento: "Memorabile il gol segnato alla fiorentina in cui scartó mezza squadra"

Coronavirus, giusta la ripartenza del Calcio? Dite la vostra con TifoCosenza

Ultimo commento: "Come ogni lavoratore che si assume il suo impegno, così anche i calciatori si devono assumere i loro ,i soldini si devono guadagnare ..."
Advertisement

I Miti rossoblu

STORICO CENTROCAMPISTA ROSSOBLÙ DAL 1985 AL 1989

Denis Bergamini

GIANNI DI MARZIO ERA COME UNA SPECIE PROTETTA, DA PRESERVARE

Gianni Di Marzio

BANDIERA ROSSOBLÙ E CALCIATORE PIÙ PROLIFICO DELLA STORIA DEL COSENZA

Gigi Marulla

Altro da Approfondimenti