Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza, la Lega B ricorda la curiosa maglia della stagione 2010-2011

Nel quinto numero della rivista ufficiale della Serie B uno spazio dedicato alle divise dei club cadetti. E a proposito dei rossoblu….

Una stagione da dimenticare, culminata con la retrocessione in Lega Pro 2 dopo i playout persi contro il Viareggio e fallimento estivo che riportò i rossoblu nei dilettanti. La stagione è la 2010-2011 che ha visto i rossoblu cambiare ben tre presidenti, quattro allenatori e due direttori sportivi. E sopratutto subire diversi punti di penalizzazione, che costrinsero i ragazzi di Gigi De Rosa (l’ultimo dei quattro allenatori) a dover disputare gli spareggi per evitare la retrocessione.

Eppure la Lega B ha riportato alla mente quella stagione, per il curioso caso dell’abbinamento cromatico rossoblu. Una ripartizione di colori, per fortuna mai più vista nella storia del calcio italiano. La divisa era rossa davanti e blu sul retro, creando un’effetto visivo stranissimo: in campo a volta c’era la sensazione di vedere tre squadre. La leggenda narra che l’idea doveva essere un omaggio alla maglia tutta rossa della stagione 1988-1989 quando il Cosenza sfiorò la promozione in Serie A arrivando quarta a pari merito con Reggina e Cremonese. Ma l’esperimento fallì miseramente, nonostante l’evidente sforzo “creativo”.

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "

Non dimentichiamo che ha giocato con il Cagliari ed è stato l'artefice principale della promozione dalla B alla massima serie. Quando espletavo il..."

La Top 11 rossoblu di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Cavalli di raazza!!!Difficili ripetersi.Purtroppo per noi che siamo attaccati da anni (io da 60!) a questi splendidi colori!!!"

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "È vero, senza quel gol sarebbero cambiate tante cose"

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Un insegnante di calcio."

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti