Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza, ascolta Dionigi: “Bologna ci dirà a che punto siamo”

L’allenatore alla vigilia della sfida di Coppa Italia: “Portiamo avanti la nostra idea di gioco, un’altra tappa del nostro percorso anche se la strada da fare è molto lunga…”

Certo, è calcio d’agosto ma di certo la sfida con il Bologna sarà una tappa che dirà a che punto è il Cosenza. La conferma nelle parole di Davide Dionigi, che ha parlato alla vigilia della sfida del Dall’Ara, valevole per il primo turno della Coppa Italia 2022-2023. “Intanto è la prima partita ufficiale della stagione, che ha sempre un sapore speciale. Noi cerchiamo di portare avanti la nostra idea di gioco e di certo capiremo a che punto siamo. Andiamo avanti con il nostro percorso di crescita anche se la strada da fare è ancora molto lunga…”.

Quale Cosenza si vedrà? In linea di massima quello che al momento può schierare l’allenatore. Intanto con Voca, Vallocchia e Panico che si candidano a una maglia da titolare. Gente che nella scorsa stagione ha giocato poco o addirittura niente. Un 4-2-3-1 con Matosevic in porta. Quindi Rispoli, Rigione, Vaisanen e Panico in difesa. Due mediani Voca e Vallocchia, quindi la linea dei trequartisti formata da Brignola, Florenzi e D’Urso alle spalle di Larrivey.

“Vedremo. Venerdì ci siamo allenati a porte chiuse per privare alcune situazioni difensive. Il Bologna in attacco dovrebbe giocare in un determinato modo che ci potrebbe portare a difenderci diversamente”. Non è escluso il ricorso alla difesa a tre. Non ci sarà Nasti ancora alle prese con un’infiammazione da carico al ginocchio, convocato Butic che partirà dalla panchina. Dovrebbero essere fuori dalla lista i vari Vigorito, Tiritiello e Corsi che non rientrano nel progetto.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 della storia rossoblu: scelta la coppia dei difensori centrali

Ultimo commento: "Verissimo, scuola Inter, un vero professionista serio e bravo"

LA TOP 11 della storia rossoblu: scelto il miglior allenatore

Ultimo commento: "Emiliano Mondonico. Un gigante."

La Top 11 della storia rossoblu: scelto il centravanti!

Ultimo commento: "Memorabile il gol segnato alla fiorentina in cui scartó mezza squadra"

Al via la Super League: rivoluzione nel mondo del calcio. Favorevoli o contrari?

Ultimo commento: "Viva il calcio anni 80...partite alle 14.30, 90 minuto alle 18.10, la domenica sportiva alle 22.30...avete rotto il caxxx con questi orari..."

Coronavirus, giusta la ripartenza del Calcio? Dite la vostra con TifoCosenza

Ultimo commento: "Come ogni lavoratore che si assume il suo impegno, così anche i calciatori si devono assumere i loro ,i soldini si devono guadagnare ..."
Advertisement

I Miti rossoblu

STORICO CENTROCAMPISTA ROSSOBLÙ DAL 1985 AL 1989

Denis Bergamini

GIANNI DI MARZIO ERA COME UNA SPECIE PROTETTA, DA PRESERVARE

Gianni Di Marzio

BANDIERA ROSSOBLÙ E CALCIATORE PIÙ PROLIFICO DELLA STORIA DEL COSENZA

Gigi Marulla

Altro da Approfondimenti