Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

“Dal Cosenza una vittoria di squadra, merito ai ragazzi”

Mister Viali dopo la vittoria sul Parma: “I nuovi hanno portato quella qualità e quella gestione di palla che serviva, hanno alzato il livello”

William Viali, allenatore del Cosenza, al termine della vittoria per 1-0 sul Parma, intervenuto in conferenza stampa, ha dichiarato: “Onestamente firmerei col sangue una conferma di questa squadra vista oggi per le partite da qui alla fine. Il paradosso che rende l’idea su quello su cui battevo in queste settimane, è che venivo qui, facevo una disamina positiva dal punto di vista tecnico tattico, poi un episodio ci faceva perdere la partita. È questo che ci ha fatto scendere in classifica. Oggi probabilmente è il contrario. È la vittoria dell’anima, della squadra, per atteggiamento.

Nel primo tempo meritavamo il doppio vantaggio, non ci siamo riusciti, ma non ci siamo mai pianti addosso. Se sbagliava uno arrivava subito il compagno. Questa è stata la vera differenza che ci è mancata nelle partite precedenti. Non so se sia stata tecnicamente la migliore partita. Anche la prima in classifica sbaglia, ma non si fa punire dagli errori, ci convive e va oltre. 

Se fossimo rimasti in dieci a 25 minuti dalla fine nelle partite passate, difficilmente avremmo portato a casa l’1-0. Oggi siamo stati tra virgolette fortunati, ma non è fortuna, è atteggiamento. La fortuna si alimenta con l’atteggiamento. Do merito ai ragazzi, la vittoria è tutta loro, chi ha giocato dall’inizio e chi è subentrato, anche chi era in panchina. 

I nuovi hanno portato quella qualità e quella gestione di palla che serviva, hanno alzato il livello. La qualità del giocatore fa la differenza dentro le partite. Ma vorrei martellare l’idea della squadra, dell’anima, del gruppo, al di là della prestazione dei singoli. Oggi sono stati protagonisti alcuni, la prossima mi auguro lo siano altri. Restiamo concentrati, non abbiamo fatto nulla. Questo può essere un trampolino, ma c’è ancora tanto da lavorare. In fase offensiva negli ultimi 20 metri possiamo essere ancora più determinati e determinanti. Fossimo stati più efficaci, non ci sarebbe stato quel rischio finale. Ma una vittoria del genere può contribuire alla mentalità della squadra. 

La società con il direttore, tra poco partono e vanno a Milano, saranno sul pezzo fino a martedì sera. 

Ci tengo a dire che noi senza questo atteggiamento non possiamo partecipare. C’è sempre stato ma a sprazzi e quando è mancato siamo stati puniti. La squadra ne deve essere consapevole e deve cercare di migliorarlo. Questo non significa giocare sempre bene, possiamo fare anche brutte partite, ma con l’atteggiamento si può portare a casa il risultato”. 

41 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

41 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 della storia rossoblu: scelto il centravanti!

Ultimo commento: "Vi siete dimenticati di Tatti e Margiotta."

La Top 11 della storia rossoblu: scelta la coppia dei difensori centrali

Ultimo commento: "Alla Var, speriamo che non si segna Cellino😂😂😂"

LA TOP 11 della storia rossoblu: scelto il miglior allenatore

Ultimo commento: "Zaccheroni nel 94 parte da meno nove ed abbiamo sfiorato la serie A ..."

Al via la Super League: rivoluzione nel mondo del calcio. Favorevoli o contrari?

Ultimo commento: "DOMANI FORZA LUPI. Stringiamoci attorno alla squadra e alla dirigenza. Bando alle Polemiche Lupi ALÈ"

Coronavirus, giusta la ripartenza del Calcio? Dite la vostra con TifoCosenza

Ultimo commento: "Come ogni lavoratore che si assume il suo impegno, così anche i calciatori si devono assumere i loro ,i soldini si devono guadagnare ..."
Advertisement

I Miti rossoblu

STORICO CENTROCAMPISTA ROSSOBLÙ DAL 1985 AL 1989

Denis Bergamini

GIANNI DI MARZIO ERA COME UNA SPECIE PROTETTA, DA PRESERVARE

Gianni Di Marzio

BANDIERA ROSSOBLÙ E CALCIATORE PIÙ PROLIFICO DELLA STORIA DEL COSENZA

Gigi Marulla

Altro da Approfondimenti