Resta in contatto

News

Serie B, insulti razzisti: il Cittadella dà l’esempio

Un tifoso avrebbe urlato offese contro un giocatore della Primavera del Carpi durante una partita delle giovanili, da adesso non potrà più accedere alle gare ufficiali

Sabato scorso durante la partita della Primavera tra Cittadella e Carpi un tifoso della squadra veneta avrebbe urlato un’offesa razzista contro un calciatore della squadra avversaria. I dirigenti del Cittadella non hanno potuto fare a meno di sentire ed hanno provveduto subito ad identificare il supporter granata.

Dopo questo episodio e dopo avere ricevuto una multa di 1000 euro per l’insulto sentito dall’assistente arbitrale numero uno,  la società veneta ha deciso un’iniziativa forte contro questi gesti: vietare l’ingresso allo stadio nelle gare casalinghe dell’As Cittadella al tifoso. Da quanto previsto dalle leggi contro il razzismo, chi entra allo stadio si impegna a non utilizzare cori, atti o offese discriminatorie nei confronti degli avversari. L’uomo non potrà più accedere allo Stadio Piercesare Tombolato almeno per un anno. Anche le forze dell’ordine indagano su quanto accaduto.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Maurizio Lucchetti, il “Lucky gol” del Cosenza

Ultimo commento: "Il citato gol contro il Teramo è un colpo che Lucky aveva provato, con meno fortuna personale ma in ogni caso decisivo, in Casertana - Cosenza 1-1...."

18 novembre, trenta anni fa la morte di Denis Bergamini: i vostri messaggi per lui

Ultimo commento: "C'è poco da commentare. È stato un peccato la perdita di un fortissimo calciatore e un bravissimo ragazzo. Resterà per sempre nei cuori dei..."

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Io.lo conosciuto in una partita a cetraro in notturna, in grande ,mi fece fare pure gol ,allora dir.il signor Trotta che mi voleva portare a Cosenza ..."

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "È stato un bravissimo portiere e una persona leale. Non dimentichiamoci che grazie a lui che siamo andati in ' B '. Non capisco come mai il cosenza..."

Vincenzo Riccio, una settimana fantastica

Ultimo commento: "È stato uno dei tanti idoli del passato che vorrei che tornassero tutti insieme per fare grande questo cosenza"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News