Resta in contatto

Approfondimenti

L’ex Mendicino condanna il Cosenza all’eliminazione dalla Coppa Italia: al Veneziani finisce 1-0

I Lupi sfiorano più volte il vantaggio, con Moreo che al 76′ colpisce addirittura la traversa, ma i pugliesi resistono e all’ultimo minuto regolamentare portano a casa la qualificazione grazie ad un calcio di rigore

Finisce la gara al “Veneziani”: Monopoli batte Cosenza 1-0 e si qualifica al terzo turno di Coppa Italia. La compagine di Braglia nei primi minuti della ripresa intensifica le iniziative offensive nella trequarti avversaria e al 3′ Kanoutè ci prova subito con un tiro dalla lunga distanza. La prima vera occasione per i Lupi arriva all’8′: calcio di punizione dalla bandierina destra battuto da Bàez, Litteri colpisce di testa ma Menegatti salva miracolosamente e manda in angolo.

Nella seconda frazione il gioco viaggia velocemente, con i ragazzi di Braglia che macinano azioni alla ricerca del gol, ma il Monopoli è pericolosissimo in contropiede: al 66′, Donnarumma avanza indisturbato sulla corsia sinistra, si accentra in area e prova la conclusione sul palo lungo, ma il pallone termina sul fondo. Minuto 72, altra clamorosa occasione biancoverde: il Cosenza parte in contropiede e lascia un vuoto a centrocampo, Cuppone ne approfitta e vola verso la porta andando al tiro, ma la traiettoria deviata sbatte sul palo e finisce in angolo.

La reazione rossoblu non tarda ad arrivare: al 76′ Legittimo crossa in mezzo, Moreo si libera dall’avversario e stacca di testa con il pallone che si stampa sulla traversa. I rossoblu spingono, ma il Monopoli resiste e all’88’ ha la clamorosa occasione di passare avanti: l’arbitro vede un contatto tra Donnarumma e Pierini e comanda il calcio di rigore per il Monopoli. Sul dischetto va il grande ex della partita Mendicino, che fredda Perina e consegna ai suoi la qualificazione al terzo turno. Nel complesso, i circa 70 tifosi rossoblu presenti al “Veneziani” hanno potuto ammirare un buon Cosenza, che dovrà sicuramente apportare alcuni miglioramenti in vista dell’esordio in campionato.

11 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
11 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ancora ami parta e già criticate ara cusentina…… Tssssssssss vi ponnu da puru a serie A…. A musica un cangia

Francesco
Francesco
1 anno fa

Peccato per la traversa di Moreo!il ragazzo e stato sfortunato…speriamo che mon lo mandano in prestito!forza Cosenza..0

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Svegliativi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ma il rigore era netto?????

Saverio
Saverio
1 anno fa

Ci servono 2 attaccanti e un centrocampista se vogliamo fare bella figura in campionato.
Litteri via datelo subito alla Reggina siete ancora in tempo per prendere soldi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

che figura

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Avanti lupi… Il cammino è lungo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

vabbè considerando che abbiamo giocato in 10 grande partita…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grande ex Mendicino?? Una mazza indicibile atru ca Grande ex???

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Mendicino ahahahahah ! Noi dobbiamo carburare ! Gente che non ha mai giocato insieme ! Il Problema e sempre l’incompetenza di chi fa i lavori al San Vito !

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Sicuramente Mendicino meglio di Litteri e Perez

Advertisement

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "GUARASCIO VATTENE DA COSENZA SUBITO"

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Lo ricordo perfettamente quando lo stadio del Cosenza era in via Roma. È qualche anno più piccolo di me e ricordo il suo destro con dei tiri..."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti