Resta in contatto

Approfondimenti

Universiadi, il sogno degli azzurri si spegne ai calci di rigore

La squadra di Daniele Arrigoni, esce sconfitta dalla sfida contro il Giappone, dopo uno spettacolare 3-3 nei tempi regolamentari

Ad un passo dalla finale, la Nazionale italiana maschile universitaria si deve arrendere al Giappone ai calci di rigore. Dopo uno spettacolare 3-3 maturato nei tempi regolamentari. All’Arechi di Salerno gli asiatici staccano il pass per la finale contro il Brasile.

Decisivo l’errore di Vitturini che colpisce il palo condanna l’Italia alla finalina contro la Russia per la medaglia di bronzo. Per la squadra di Arrigoni e del suo vicino Gigi Corino (ex Cosenza negli anni 90) resta la soddisfazione di aver disputato un’ottimo torneo e sopratutto aver messo in mostra alcuni giovani interessanti, pronti per giocare in categorie superiori.

 

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Vincenzo Riccio, una settimana fantastica

Ultimo commento: "Nel 98 avevo 11 anni ricordo come se fosse adesso del gran gol che fece vincenzino e della vittoria dei lupi al san paolo...si aspettava 90 minuto x..."

Maurizio Lucchetti, il “Lucky gol” del Cosenza

Ultimo commento: "Giugno 1989, ultima giornata di campionato, Taranto-Cosenza 0-1 (Lucchetti), un gol che ci fece illudere, per circa mezz'ora, di poter disputare un..."

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Giocatore di sostanza con un tiro micidiale. Gran bel giocatore. È esploso con il Cagliari e si è confermato nella Fiorentina scudettata del 68/69"

Pasquale Apa, la freccia di Rocca di Neto

Ultimo commento: "Tifo Cosenza parliamo anche di Voncenzo Cosa"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti