Resta in contatto

News

Il presidente del Cosenza ha ricevuto la cittadinanza onoraria di Aprigliano

Eugenio Guarascio, nato nelle contrade silane del territorio apriglianese, è stato premiato per i meriti conseguiti nel mondo dell’imprenditoria e dello sport

Un altro grande riconoscimento per il presidente del Cosenza Eugenio Guarascio. Venerdì 2 agosto, alle ore 18, il Comune di Aprigliano ha conferito la cittadinanza onoraria al patron rossoblu: il Consiglio Comunale ha celebrato questo evento per i meriti conseguiti nel mondo dello sport da una personalità nata e cresciuta nelle contrade silane del territorio apriglianese.

Nato nella frazione di Spineto, Guarascio ha vissuto a Parenti fino all’età di 11 anni, prima di trasferirsi con la famiglia a Nicastro dove nel corso degli anni ha poi costruito la sua grande carriera di imprenditore. Di seguito, il comunicato ufficiale diffuso dalla società silana:

“Nel corso della seduta straordinaria del consiglio comunale di Aprigliano, che si è tenuta nella sala consiliare, è stata conferita la cittadinanza onoraria al Presidente del Cosenza Calcio Eugenio Guarascio. “Assegniamo questo riconoscimento per i grandi meriti sportivi – ha specificato il Sindaco Alessandro Leonardo Porco – Il Presidente Guarascio ha sempre agito con grande umiltà, mantenendo i piedi per terra e facendo parlare i fatti. La magia della promozione in B rimarrà nella storia. Quello che ha fatto alla guida di questa società è qualcosa di eccezionale. Grazie ad un progetto sano è riuscito nell’intento di riportare in alto il nome del Cosenza Calcio. Da tifoso mi sento di ringraziarlo per la gioia che ci ha regalato. Per noi tutti è un motivo d’orgoglio consegnargli la cittadinanza onoraria”.

Visibilmente emozionato il Presidente Guarascio: “Ho fatto qui le scuole elementari e sono profondamente legato a questo posto, che a mio avviso è meglio della Svizzera, per la posizione, il paesaggio e il verde. Spero di essere all’altezza dell’onorificenza che mi è stata conseguita. E’ la seconda che ottengo, dopo quella assegnatami a Parenti, e questo mi inorgoglisce oltre che riempirmi di responsabilità. Mi sento a tutti gli effetti un cittadino di Aprigliano, così come successe un anno addietro per Parenti”.”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 rossoblu di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "De Carolis, non andrebbe dimenticato."

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Ero piccola quando era in auge, sentivo i commenti degli adulti che a proposito del suo tiro micidiale dicevano "Rizzo ha ruttu a Rizza"perché fu..."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "È vero, senza quel gol sarebbero cambiate tante cose"

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News