Resta in contatto

Approfondimenti

Occhiuzzi: “Per il Cosenza tutte le partite sono da dentro o fuori”

L’allenatore chiarisce un concetto sottolineato da subito. “Sapevamo sin dall’inizio che ogni gara è vitale, non sono le prime difficoltà a fermarci. Ma quale turnover? Scelte dettate dal fatto che si sono giocate partite in pochissimi giorni. E poi ho la fortuna di avere 25 titolari, tutti pronti a dare il loro contributo…”

Giornata di rifinitura in casa Cosenza in attesa della partita di venerdì sera (fischio d’inizio alle ore 21) con lo Spezia. match valevole per la 33ª giornata del campionato di Serie B. L’ufficio stampa del club ha diffuso il video della conferenza stampa dell’allenatore Occhiuzzi, il quale ha risposto alle domande dei giornalisti. A cominciare da quella in cui gli è stato chiesto se la sfida del Picco è una partita da dentro o fuori. “È dalla prima partita, da quando è ripreso il campionato, che per noi sono da dentro o fuori. Lo abbiamo sempre detto, sin dalla conferenza stampa che ha aperto il post lockdown. Per cui, sapevamo e sappiamo che per noi ogni partita è vitale. E questo non significa che alle prime difficoltà dobbiamo fermarci. Anzi, tutt’altro. Tireremo le somme alla fine di queste dieci partite, vedremo cosa dirà la classifica. È cominciato un nuovo campionato, i conti li faremo più avanti”.

Si è tornati ancora sul turnover. A Occhiuzzi è stato chiesto se verrà accantonato per riproporre la formazione vista nelle prime due partite. “Continuo a non capire il perché si continui a sottolineare questa storia del turnover. In dieci gare ravvicinate e con un gruppo composto da 25 calciatori i quali, tra l’altro, stanno andando tutti a tremila, non esiste questa cosa del turnover. Di certo guardo agli equilibri della squadra. Non sono il tipo che dà dei premi, perché se dovessi premiare qualcuno lo dovrei fare con tutti proprio in virtù del fatto che tutti stanno facendo molto bene. Dunque, per me non si tratta di turnover ma di scelte legate all’equilibrio e alle condizioni fisiche di alcuni calciatori legate al fatto che si sono giocate partite nel giro di pochissimi giorni. Di conseguenza per forza di cose sei costretto a fare alcune scelte ma fatte tutte con estrema tranquillità. Qui per me sono tutti titolari e stanno lottando ogni giorno per conquistarsi una maglia per dare il loro contributo in campo”.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Fate ls squadra per la c che meglio

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Vero.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

A chiacchiere avete vinto la Champions

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ormai siamo spacciati

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Perché parlate di turnover se si gioca ogni tre giorni?
Io non capisco eh

Advertisement

La Top 11 rossoblu di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Al posto di Lentini metterei Padovano"

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Un fortissimo centrocampista con un tiro micidiale. Peccato ad avere incontrato sulla sua strada quegli incapaci allenatori della nazionale di quel..."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "È vero, senza quel gol sarebbero cambiate tante cose"

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti