Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza-Cittadella, 1-1 all’intervallo: sbandamento iniziale, poi grande personalità dei Lupi

Rosafio la sblocca in avvio, poi Carretta è bravo a sfruttare un’incertezza della difesa granata. Buona prova dei Lupi nel complesso

Termina 1-1 il primo tempo di Cosenza-Cittadella. L’avvio non è certo dei migliori per il Cosenza, che si fa sorprendere da un suggerimento di prima intenzione di Tsadjout che pesca Rosafio. L’attaccante granata da due passi non lascia scampo a Falcone. Ed è proprio a Falcone che, in tre occasioni, il Cosenza si affida, col portiere che riesce a evitare l’immediato raddoppio degli ospiti. Dopo lo sbandamento la personalità. Il Cosenza prende campo e fiducia, un paio di tentativi sporchi, poi la furbizia e la bravura di Carretta, che sfrutta un retropassaggio corto di Adorni e anticipa in pallonetto Maniero in uscita.

Carretta e Maniero ancora protagonisti più tardi: il portiere esce di pugno fuori dall’area travolgendo l’attaccante. Per l’arbitro è solo ammonizione, nonostante le proteste del Cosenza. Prima e soprattutto dopo il gol del pareggio i Lupi si sono comunque mossi molto bene, senza timori reverenziali e con belle idee, soprattutto in fase di contropiede. Purtroppo è mancato l’ultimo passaggio ma la reazione allo svantaggio iniziale è stata sicuramente quella giusta. Tra i volti nuovi, senza dubbio bene ha giocato fin qui Petrucci, abile a destreggiarsi in mezzo al campo e a distribuire palloni con intelligenza. Un po’ in difficoltà invece Petre, autore di qualche spunto ma che certo ancora deve perfezionare il feeling con i compagni d’attacco.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
tonino turano
tonino turano
9 mesi fa

Ho visto partite del Cosenza giocate sinceramente meglio:con più geometria,con più assist e con più emozioni in area:se,ieri,qualcuno ha visto queste cose me lo dica!

Advertisement

La Top 11 rossoblu di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "È anche vero che il Cosenza come squadra le vette più alte le ha toccate decisamente dopo la promozione dell'88. Peraltro la B che fece nel..."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Ci stavo pure io a Casarano e non solo......."

18 novembre, trenta anni fa la morte di Denis Bergamini: i vostri messaggi per lui

Ultimo commento: "C'è poco da dire. Era fidanzato con una ragazza che nel frattempo strizzava l'occhio ad un maresciallo dei carabinieri. Un giorno Denis muore in..."

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Lo ricordo bene! Giocatore di talento, con un tiro potente e preciso verso la porta. In nazionale, non è stato ben valutato."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "Baclet,col Cosenza sei stato mitico.Ti sei sempre impegnato al massimo e hai contribuito alla promozione del Cosenza in serie B .Ti auguro tanta..."
Advertisement

Altro da Approfondimenti