Resta in contatto

Pagelle

Cosenza, la rimonta di una squadra che non molla mai

Eccezionale l’impatto di Tremolada, a parte il gol decisivo. Disattenzioni individuali hanno rischiato di compromettere una buona prestazione. La calma contagiosa di Ingrosso, l’affidabilità di Corsi, la qualità e quantità di Petrucci

FALCONE 6 Grande parata sulla punizione di Barberis, avrebbe potuto fare meglio in occasione del momentaneo 2-0 di Gytkjaer. Parata in due tempi su Carlos Augusto nell’unico intervento del secondo tempo.

INGROSSO 6,5 La sua calma è contagiosa per tutto il reparto. Trasmette tranquillità, non sbaglia nulla.

IDDA 6 Efficace. E basterebbe questo per sottolineare la sua prestazione.

LEGITTIMO 6 Si perde Barillà sul gol del vantaggio per il Monza. Unica macchia di una partita nel corso della quale ha regalato un finale in crescendo.

CORSI 6,5 L’affidabilità del capitano si conferma fuori discussione. Perfetto in fase difensiva, dove limita e non poco Mota Carvalho. E quando dalle sue parti arriva Carlos Augusto, gli fa notare la sua presenza. Avrebbe potuto calciare in porta sull’assist di Gliozzi, invece ha ceracto la sponda per Carretta che era tutto solo. Dal 39’ s.t. VERA 6 Dà il suo contributo nel finale.

PETRUCCI 6 Dà l’impressione di essere il classico play per un centrocampo a tre, però sopperisce con l’aggiunta di quantità alla qualità. Fatica un po’ quando c’è da dare il suo contributo in fase di copertura, tant’è che si becca il cartellino giallo. Pesante, perché in diffida verrà squalificato. Qualche imprecisione come quando dà il via alla giocata che ha portato Gytkjaer al 2-0. Cerca anche il gol con una conclusione dal limite nel primo tempo e un sinistro al volo nella ripresa.

SCIAUDONE 6 Anche per lui un cartellino pesante, il quinto per cui salterà la gara con il Pordenone. Generosità da vendere che lo porta a qualche imprecisione. Nel finale gli capita il pallone giusto per portare a casa i tre punti ma Di Gregorio ha calcolato bene i tempi dell’uscita.

BITTANTE 6 Un paio di appoggi da dimenticare ma si fa perdonare con recuperi prodigiosi.

BAEZ 6 Dal suo piede il calcio di punizione dal quale arriva l’autogol di Paletta. Rientrava dall’infortunio e si è visto a fasi alterne. Dal 39’ s.t. SUEVA S.V. C’era da gestire il pallone nel finale per portare a casa un punto prezioso.

CARRETTA 6 Quando ha il pallone tra i piedi dà sempre l’impressione di poter diventare un pericolo per la difesa del Monza. A volte ci riesce, altre un po’ meno. Dal 45’ s.t. KONE S.V. Giusto il tempo di prendere il cartellino rosso che è sembrato esagerato.

GLIOZZI 6 Partecipa alla manovra, va in pressing anche sulla trequarti avversaria. Sfodera anche un assist per Corsi. Tanto impegno ma per un attaccante è fondamentale ricevere palloni in area ma non ne vede nessuno. Dal 1’ s.t. TREMOLADA 7 Entra bene in partita, regala assist e giocate di qualità. Firma il pareggio con un gol bellissimo e nel recupero mette Sciaudone davanti a Di Gregorio. Buona la prima. Chiaramente gli serve tempo per entrare in condizione e soprattutto nei meccanismi della squadra.

OCCHIUZZI 6,5 La squadra conferma di avere una sua identità. Giocarsela così, a viso aperto contro il Monza è un segnale di forte personalità. Una squadra che non si arrende mai, capace di recupere una partita complicata, considerato il doppio vantaggio dei brianzoli figlio di clamorosi errori individuali.

60 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
60 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altro da Pagelle