Resta in contatto

Esclusive

Perugia-Cosenza, quel legame a doppio filo del bomber Negri

“Due squadre alle quali devo tanto e che hanno diverse similitudini. Per me è stato un privilegio indossare le maglie rossoblù e biancorossa. E Marulla…”

Marco Negri ha lasciato ricordi indelebili tanto a Cosenza, quanto a Perugia. Con la maglia rossoblù è esploso nella stagione 1994-1995: la Serie B di Alberto Zaccheroni in panchina che il bomber silenzioso chiuse con 34 presenze e soprattutto 19 gol che nonostante 9 punti di penalizzazione portarono i Lupi a lottare per la promozione in Serie A. A fine stagione il presidente Paolo Fabiano Pagliuso fece il grande affare con Lucianone Gaucci, ex patron del Perugia morto l’1 febbraio 2020: Negri al Perugia in cambio di tanti soldi e due giovani dalla Primavera, un certo Cristiano Lucarelli e Stefano Gioacchini. Un affare per entrambi i club. L’ex bomber dei Lupi vinse il campionato di Serie B. Da protagonista, ovviamente: 33 presenze e 18 gol. Quindi la Serie A (27 presenze e 15) con il Grifo che gli consentì di spiccare il volo verso i Rangers.

Sabato pomeriggio sarà la partita di Marco Negri che guarderà con il cuore diviso a metà. Lo abbiamo intervistato in esclusiva per TifoCosenza. “Di certo si affronteranno due squadre alle quali sono molto legato, a cui devo tantissimo. Trovo parecchie similitudini tra Cosenza e Perugia con due tifoserie incredibili che si legano in modo viscerale ai loro beniamini. Diciamo che non è banale indossare quelle due maglie e per me è stato un privilegio. Non finirò mai di ringraziare i due club, le due città e le due tifoserie che hanno rappresentato tappe fondamentali della mia carriera”.

La lunga chiacchierata con Marco ha toccato tanti argomenti, per cui seguiteci sul portale perché nelle prossime ore pubblicheremo il resto dell’intervista. Ma parlando di Perugia e Cosenza non poteva dedicare un pensiero a due persone speciali. “Due club con due leggende, a cui hanno intitolato gli stadi: Renato Curi e Gigi Marulla. Di uno me ne hanno parlato tantissimo i tifosi, con Gigi (nella foto scattata a Cosenza da Andrea Rosito a dicembre 2014) ho avuto il privilegio di giocarci assieme. Da lui ho imparato davvero tanto”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 rossoblu di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Grande Oberdan Biagioni, ma anche Missiroli, papa' del Missiroli del Sassuolo."

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Con Franco siamo coetanei e abbiamo cominciato a giocare insieme: di lui ho un bellissimo ricordo. Spero stia bene e tanto che non lo vedo"

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Ci stavo pure io a Casarano e non solo......."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "Baclet,col Cosenza sei stato mitico.Ti sei sempre impegnato al massimo e hai contribuito alla promozione del Cosenza in serie B .Ti auguro tanta..."
Advertisement

Altro da Esclusive