Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Cosenza, Tiritiello: “Il gol una gioia immensa, la squadra meritava anche più del pareggio”

Il difensore parla del suo rapporto con Trinchera: “Gli devo tutto. La sua fiducia mi ha svoltato la carriera e cambiato la vita”

Andrea Tiritiello, difensore del Cosenza, intervistato da gianlucadimarzio.com, è tornato sul match di Parma, nel quale è tornato al gol: “È stata una gioia immensa per la squadra, che meritava quantomeno il pareggio, se non di più. Rientravo da un infortunio ed ero tornato in gruppo soltanto a metà settimana, ma mi sentivo bene. Sono molto contento di aver dato un contributo importante. Questo risultato conta tanto soprattutto a livello mentale, per la prestazione fatta contro un avversario così forte“.

La presenza di Tiritiello al Cosenza è strettamente legata al direttore sportivo Trinchera: “Gli devo tutto. La sua fiducia mi ha svoltato la carriera e cambiato la vita. Parlai con lui già durante la stagione, e quando terminò il mio contratto con la Fidelis Andria fu tutto molto facile. Firmai il mio primo contratto per una società di Serie B e fu una grande emozione. Ho giocato molto poco nella prima stagione, ma lui ha ribadito sempre la fiducia nei miei confronti. Decisi, a gennaio 2019, di andare in prestito per un anno e mezzo alla Virtus Francavilla e mi servì molto”. 

Il difensore infine torna sulla riammissione in B e sull’attuale campionato dei Lupi: “Sono stati momenti particolari, ma siamo contenti di essere nuovamente in Serie B. Io sono felice di giocare tanto quest’anno, ma conta la squadra. Sappiamo che dovremo dare qualcosa in più per salvarci. Sarà una stagione lunga e dura, ma nella piazza c’è grande entusiasmo e il pubblico ci dà sempre un sostegno enorme. In casa abbiamo un fortino, e anche in trasferta ci seguono sempre in tantissimi. Dobbiamo ringraziarli e ripagarli per il loro sostegno“.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Al via la Super League: rivoluzione nel mondo del calcio. Favorevoli o contrari?

Ultimo commento: "…e quando non riuscivi ad andare in trasferta, radiocronaca di Milicchio che ti veniva un infarto appena superavamo il centrocampo. 🥹"

LA TOP 11 della storia rossoblu: scelto il miglior allenatore

Ultimo commento: "com'è giusto che sia, Grande Bruno ..."

La Top 11 della storia rossoblu: scelta la coppia dei difensori centrali

Ultimo commento: "Verissimo, scuola Inter, un vero professionista serio e bravo"

La Top 11 della storia rossoblu: scelto il centravanti!

Ultimo commento: "Memorabile il gol segnato alla fiorentina in cui scartó mezza squadra"

Coronavirus, giusta la ripartenza del Calcio? Dite la vostra con TifoCosenza

Ultimo commento: "Come ogni lavoratore che si assume il suo impegno, così anche i calciatori si devono assumere i loro ,i soldini si devono guadagnare ..."
Advertisement

I Miti rossoblu

STORICO CENTROCAMPISTA ROSSOBLÙ DAL 1985 AL 1989

Denis Bergamini

GIANNI DI MARZIO ERA COME UNA SPECIE PROTETTA, DA PRESERVARE

Gianni Di Marzio

BANDIERA ROSSOBLÙ E CALCIATORE PIÙ PROLIFICO DELLA STORIA DEL COSENZA

Gigi Marulla

Altro da Approfondimenti