Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza, la rifinitura scioglierà i dubbi: c’è Bahlouli che scalpita

Nel pomeriggio ultimo allenamento prima della partita di lunedì sera con il Perugia. Potrebbero esserci delle novità rispetto alla formazione sconfitta dallo Spezia. Determinante il recupero fisico

Di nuovo in campo dopo tre giorni. Chiaramente in questa fase le scelte dell’allenatore saranno determinate anche dalla condizione fisica, capire come i calciatori hanno recuperato. E poi c’è sempre da tenere in conto che venerdì si tornerà nuovamente in campo e con una lunga trasferta, a Trieste per il match con il Pordenone. Ma procediamo per ordine. Intanto la gara con il Perugia di lunedì sera (fischio d’inizio alle ore 18.45), valevole per la 34ª giornata del campionato di Serie B. Con i 41 punti in classifica Serse Cosmi ha poco da stare tranquillo…

Per quanto riguarda il Cosenza, alcune novità sono molto probabili. A cominciare dalla difesa dove uno tra Schiavi e Legittimo potrebbe rimanere in panchina, l’eventuale alternativa è Capela. Anche a centrocampo potrebbe esserci qualche novità, sia sugli esterni sia in mezzo. Il ritorno di Sciaudone dopo la squalifica, lo candida a una maglia da titolare. Scalpita pure D’Orazio e non è detto che Bittante possa rimanere fuori ma si sposterebbe a destra per fare rifiatare Casasola. E in ogni caso rimane sempre l’ipotesi Corsi.

Infine l’attacco. L’idea di partenza rimane il tridente con il giovane Bahlouli che è fortemente candidato a partire dal primo minuto, specie dopo la buona prestazione al Picco quando Occhiuzzi lo ha buttato nella mischia. A Baez l’allenatore non rinuncia, per cui potrebbe esserci la staffetta tra Rivière e Asencio con lo spagnolo pronto a giocare dall’inizio.

15 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
15 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Sasa'
Sasa'
21 giorni fa

Non è ora di fare esperimenti ,la squadra deve rimanere com’è ,semmai aggiungerei D’Orazio dall’inizio, gli esperimenti semmai li faremo quando non ci sara’ competizione.

Bruno Vetere
Bruno Vetere
21 giorni fa

Eppure non siamo ancora retrocessi…anzi se il cosenza riesce a vincere domani,rientriamo subito in corso a maggior ragione che l ulima partita abbiamo lo scontro diretto con la juve stabia
..
Il problema è farli i risultati….
Se le vinciamo ci salviamo altro che retrocessi…
Se ovviamente no vinciamo domani il discorso cambia….cmq la.mia formazione
Perina idda capela monaco lazar bruccini kone casasola machach asencio belaulhi

Il nome non conta
Il nome non conta
21 giorni fa

La squadra vista contro Trapani,Ascoli e specialmente Spezia,non lascia speranze.Gli errori e i nodi vengono al pettine,chi ha la responsabilità paghi moralmente per il rischio reale di aver tradito le aspettative di una intera,grande e affezionata tifoseria che varca i confini di Cosenza per spaziare nella Provincia e,perchè no,nell’intera rRegione.

Francesco
Francesco
22 giorni fa

Gli concediamo una chance a sueva?

Paolo
Paolo
22 giorni fa

Che squadra di morti ….se ne fregano della maglia che indossano ….

Paolo
Paolo
22 giorni fa

Giusto.
Scalpita.
Varenne gli fa un baffo.
🤣😭

A
A
22 giorni fa

Riviere e asencio insieme no?…. Quando li fai giocare insieme??

ginoX
ginoX
22 giorni fa

Oltre a Balohuli farei giocare anche Kone, gioventù, dinamismo ed entusiasmo, piuttosto di quei “morti” che abbiamo a centrocampo

micuzzu
micuzzu
22 giorni fa
Reply to  ginoX

parole sacrosante!!!!!!!

Special One
Special One
22 giorni fa
Reply to  ginoX

Concordo, meglio dare spazio ai ragazzi giovani che hanno piu motivazioni…però mi sorge un dubbio: come mai le prime 3 partite sono state giocate con la giusta intensità, mentre le ultime 2 i giocatori passeggiavano in campo? Forse Gargamella non ha rispettato i patti con questi fantomatici calciatori, in merito agli stipendi, ed al premio salvezza? Il 5 a 1 di Spezia non lascia dubbi…

ginoX
ginoX
22 giorni fa
Reply to  Special One

Mah, ormai non mi meraviglio più di niente Special….

Matteo c
Matteo c
22 giorni fa
Reply to  Special One

Sempre guarascio, guarascio di mezzo ma ricordare che in campo ci vanno i giocatori. Il terzo gol dello spezia si vede solo nei tornei amatoriali e dovrebbero vergognarsi questi mercenari. Guarascio è quello che è ma gli stipendi li paga puntuali e ti assicuro che i vari schiavi, Sciaudone non prendono certo tre lire, d’altro canto non perdono occasione per pubblicizzare sui social la loro bella vita dorata a differenza nostra che ci avveleniamo il fegato per questi due colori.

Matteo c
Matteo c
22 giorni fa
Reply to  Matteo c

D’ altro canto quelli in scadenza avrebbero avuto comodamente la possibilità di svincolarsi al 30 giugno. Se praticamente tutti hanno sottoscritto la proroga del tesseramento evidentemente vanno sicuri del fatto che saranno pagati.

Francesco Scalercio
Francesco Scalercio
22 giorni fa
Reply to  Special One

Azzeccato. Nelle prime 2 partite leoni. Con l’Ascoli non abbiamo preso tanti gol perché è una squadra di cacca, ma una azione un gol. Sicuramente gli hanno chiesto qualcosa, lui ha risposto fatemi vedere come ne possiamo uscire, ed ecco spiegate le due belle prestazioni. Al dunque ha offerto le sue solite due noccioline e lo hanno mandato a f…..o. Ne sono certo che è andata così.

Massimo
Massimo
21 giorni fa

E allora si conferma tutto: mercenari della peggiore specie.

Advertisement

La Top 11 rossoblu di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "E non dimentichiamoci anche di Massimiliano CATENA."

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Ero piccola quando era in auge, sentivo i commenti degli adulti che a proposito del suo tiro micidiale dicevano "Rizzo ha ruttu a Rizza"perché fu..."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "È vero, senza quel gol sarebbero cambiate tante cose"

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti