Tifo Cosenza
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Cosenza, Tutino non si ferma più grazie all’assistenza di Forte

L'attaccante viaggia a ritmo di record a un gol dal suo primato personale, il compagno di reparto prima fa l'assist poi si proicura il rigore del raddoppio. L'impronta di Caserta, le super parate di Micai

MICAI 7 Soltanto un’autorete poteva batterlo, così è stato. Le parate sul colpo di testa di Crociata e sul tiro dalla distanza di Parigini sono da grande portiere.

GYAMFI 6 Disciplinato, soltanto un controllo da dimenticare. Dal 32’ s.t. CIMINO S.V. Una buona notizia il ritorno in campo.

CAMPORESE 6,5 La tranquillità dei forti: efficace con semplicità.

VENTURI 5,5 Intervento scoordinato che lo porta all’autorete, così come quel goffo tentativo di colpire di testa che lo costringe a toccare il pallone con la mano. Ammonito salterà la partita con la Sampdoria perché era in diffida.

FRABOTTA 7,5 Con Guglielmotti danno vita a un duello a suon di discese e cross. Poi firma il gol, secondo personale, che chiude di fatto la partita.

ZUCCON 6,5 Gli applausi dei suoi ex tifosi sono la ciliegina sulla torta alla solita prestazione fatta di corsa e sacrificio. Dal 32’ s.t. VOCA S.V. Lui non ha mai difficoltà a entrare in partita. Nel finale prova anche il tiro dalla distanza.

PRASZELIK 7 Una crescita esponenziale, non sbaglia nulla. Dal 37’ s.t. VIVIANI S.V. Si fa trovare al posto giusto e chiede spesso il pallone.

CANOTTO 6,5 Non giocava dal 2 dicembre, torna e lascia il segno: da una sua iniziativa arriva il gol del 3-0 con Lepore che nel tentativo di fermarlo serve il pallone a Frabotta. Dal 20’ s.t. FLORENZI 6 Può dare di più, specie a partita in corsa.

FORTE 7 Assist a Tutino per il vantaggio, si prende il rigore (fallo di Guglielmotti). Gli è mancato soltanto il gol, intanto è il giocatore più felice per avere dato il suo contributo alla vittoria.

MAZZOCCHI 7 Il salvataggio sulla linea dopo il colpo di testa di Ierardi vale quando un gol, perché ha blindato il gol di vantaggio. Poi nel secondo tempo assieme a Micai respingono la conclusione di Buso.

TUTINO 8 A un gol dal suo record personale di gol (13) in Serie B in un campionato. Non c’è nulla da fare: Cosenza è la sua casa, adesso tocca a Guarascio tenerlo a vita con la maglia dei Lupi. Merita qualsiasi sacrificio economico. Dal 37’ s.t. CRESPI S.V. Lotta pure lui per difendere una vittoria preziosissima.

CASERTA 7,5 Una formazione offensiva che ha lanciato un messaggio chiaro ai suoi calciatori e agli avversari, nonostante la consapevolezza che si potesse rischiare. Il viaggio verso la salvezza prosegue in scioltezza grazie al quinto risultato utile di fila. Manca ancora poco prima di cominciare a pensare ad altro…

Subscribe
Notificami
guest

32 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Primo tempio di sofferenza nonostante il plao interno colpito da Calò su punizione il rigore...
Due grandi parate di Micai nel finale, a centrocampo Calò non riesce mai a costruire...
Una sconfitta che preoccupa dopo il vantaggio di Crespi. Il salvataggio sulla linea di Bisoli...

Dal Network

Un altro pareggio per Michele Mignani. prima dell’esonero di Bari era l’allenatore che aveva ottenuto...

L'allenatore Michele Mignani sembra orientato a confermare il 3-4-1-2 con Di Francesco sulla trequarti...

Altre notizie

Tifo Cosenza