Tifo Cosenza
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Guarascio: “Quando il Cosenza va male è giusto contestarmi. Ma ora dico tutto…”

Terza parte dell’intervista al presidente (qui la prima e la seconda parte): “A San Giovanni in Fiore mi avevano detto che Monaco era tre volte più forte di Dermaku, dopo la partita di Crotone mi era stato garantito che avremmo giocato i playoff… Tante cose non sono state raccontate nel modo corretto. Avanti con Trinchera e Occhiuzzi. La Serie A? Godiamoci questo momento…”

Secondo lei perché la contestano così tanto?

“Fa parte del gioco. Quando le cose non vanno bene, il primo a finire sotto accusa sono io. Vedere una squadra perdere in casa così tante partite, per il tifoso che ci mette tanta passione è chiaro che subentra l’amarezza. In questo caso paga il presidente. Ma io ritengo di avere messo a disposizione tutti gli strumenti necessari…”.

Qual è l’errore, se errori sono stati commessi, che non ripeterebbe mai più?

“Diciamo che il mio rammarico rimane quello che non tutte le cose sono state raccontate nel modo giusto. Forse avrei dovuto vigilare di più… Guardi, io in questi ultimi mesi ho visto una compattezza nella squadra che prima non c’era. E se accadono cose del genere, le colpe non possono essere ricondotte alla dirigenza. Noi abbiamo sempre fatto il nostro dovere, pagato con puntualità. Non abbiamo fatto come il Trapani… Sullo stadio abbiamo fatto investimenti importanti, eppure non ne è stato dato il giusto risalto”.

Ma è vero che durante il ritiro di San Giovanni in Fiore le era stato detto che Monaco era tre volte più forte di Dermaku?

“Sì, lo confermo… Così com’era stato detto, dopo la partita di Crotone, che con questa squadra avremmo disputato i playoff. Aggiungo, se magari avesse sempre giocato come in queste ultime dieci partite…”.

Si va avanti con Trinchera?

“Ha un altro anno di contratto. Penso proprio di sì. Ci sentiamo tutti i giorni e non avverto sentori che lui il prossimo anno non sia con noi. Finora ha sempre fatto bene”.

E Occhiuzzi?

“La conferma se l’è meritata sul campo”.

Sono tanti i calciatori a scadenza. Alcuni rientrano alla base per fine prestito. Gli altri rinnovano?

“Perina, Capela, Bittante e Corsi sicuramente. E penso anche D’Orazio…”.

È vero che Trinchera ha già contattato Tutino e Palmiero per la prossima stagione?

“No comment…”.

Dal settore giovanile si aspettava qualcosa in più in tutti questi anni? Nessun calciatore è stabilmente titolare in prima squadra.

“Ne ho parlato anche con gli allenatori e mi è sempre stato detto che non ce n’è stata la possibilità di farli giocare. Noi sul settore giovanile stiamo facendo un ottimo lavoro e spero che al più presto si raccolgano i frutti. Magari con uno staff tecnico giovane e che viene proprio da lì, ci potrebbe essere qualche possibilità in più per i nostri ragazzi”.

A che punto è la collaborazione con il Rende?

“Ci sono stati contatti con il sindaco e dirigenti della società ma prima della pandemia. Poi ognuno ha avuto i rispettivi campionati da portare a termine. Diciamo che ci siamo persi… erano stati affrontati temi positivi ma bisogna che ci credano tutti. Servono le strutture e il coraggio di avviare un percorso”.

Presidente, ha mai pensato al fatto che una realtà come Cosenza merita di giocare in Serie A?

Grande risata… “Godiamoci questo bellissimo momento…”.

Subscribe
Notificami
guest

21 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'ex rossoblu sul derby: "Il campo ha visto prevalere i giallorossi sia a livello tecnico...

La nota giornalista di Sky Sport ha rilasciato in esclusiva un’intervista. “Svolta dopo il derby:...

“Con i Lupi mi sono messo in evidenza dopo una salvezza incredibile, con il Grifo...

Dal Network

Un altro pareggio per Michele Mignani. prima dell’esonero di Bari era l’allenatore che aveva ottenuto...

L'allenatore Michele Mignani sembra orientato a confermare il 3-4-1-2 con Di Francesco sulla trequarti...

Altre notizie

Tifo Cosenza